dcsimg

INAIL: la transizione verso il Nodo dei Pagamenti Poste Italiane è stato il partner tecnologico che ha permesso a INAIL di soddisfare le richieste di digitalizzazione richieste da AgID.

Una nuova modalità di pagamento

INAIL è stata la prima Pubblica Amministrazione a muoversi verso il Nodo dei Pagamenti e Poste Italiane ha saputo seguirla e guidarla lungo tutto il percorso.

Il cliente: INAIL

È un Ente pubblico non economico (Pubblica Amministrazione Centrale) che gestisce l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. INAIL, inoltre, ha l'onere di gestire la riscossione delle nuove iscrizioni e dei rinnovi della polizza assicurativa delle ‘’casalinghe’’.

La soluzione

La sfida: rispondere alla sfida digitale

L’INAIL, con il contributo di Poste Italiane, ha ottemperato alle Linee Guida pubblicate nella GU N. 31 del 7 febbraio 2014 aderendo a PagoPA, il sistema realizzato dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) per rendere più semplice, sicuro e trasparente qualsiasi pagamento verso la Pubblica Amministrazione.
PagoPA garantisce l’interconnessione e l’interoperabilità tra le Pubbliche Amministrazioni ed i Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) abilitati, al fine di consentire i pagamenti elettronici a favore degli Enti Creditori.
Da sempre partner della PA nella gestione degli incassi e pagamenti, Poste Italiane è stato uno dei primi PSP ad aderire a PagoPA, rendendo fin da subito disponibile ai cittadini e alle PA la rete degli uffici postali e i propri canali web.

La soluzione: il bollettino PA

INAIL è stata la precorritrice di questo tipo di attività e per offrire ai propri utenti quanto richiesto da AgID si è affidata ai servizi di Poste Italiane. È stato infatti insieme a noi che ha gestito la transizione dal bollettino classico (896 o 451) al Bollettino PA, realizzato appositamente per gestire gli incassi sul circuito PagoPA. Sono stati implementati e testati i flussi secondo gli standard stabiliti da AgID. Nel corso del tempo sono state eseguite delle verifiche sull'operatività che hanno dato esito positivo e che hanno permesso a INAIL di gestire in maniera corretta e puntuale la riconciliazione dei pagamenti.

I risultati: una sfida vinta

A dicembre del 2016 sono stati inviati circa 1 milione e 200 mila Bollettini PA per le assicurazioni delle casalinghe. Questo ha di fatto permesso ad INAIL, attraverso PagoPA, di incassare circa 800 mila versamenti riconducibili ai rinnovi delle polizze dell'assicurazione. Il tutto nel rispetto delle specifiche norme emanate dall’AgID.

I nostri specialisti sono a tua disposizione

© Poste Italiane 2018 - Partita iva : 01114601006

vai a inizio pagina