dcsimg

FAQ Finanziamenti BancoPosta Domande frequenti sui Prestiti e Fido Affari BancoPosta.

Fido Affari BancoPosta

Fido Affari è dedicato alle ditte individuali, ai liberi professionisti e alle persone fisiche titolari di partita iva per l'attività imprenditoriale, professionale, commerciale o artigianale svolta. Può essere richiesto per investimenti, per liquidità o per altre generiche esigenze, purché finalizzate all'attività economica.

Il finanziamento è riservato a clienti correntisti BancoPosta titolari di un conto per l'attività professionale o imprenditoriale. Per conoscere nel dettaglio i requisiti richiesti per accedere al fido e per conoscere la documentazione da presentare rivolgiti presso un ufficio postale abilitato.
Il finanziamento è riservato ai clienti con conto BancoPosta per attività professionale o imprenditoriale.
Richiedere Fido Affari BancoPosta è facilissimo, basta recarsi in un ufficio postale abilitato (l'elenco degli uffici postali abilitati è disponibile presso tutti gli uffici postali, al numero verde 800.00.33.22 o direttamente sul sito internet di Poste.it) con la seguente documentazione:
  • Documento di riconoscimento (Carta d'identità/ Passaporto)
  • Tessera sanitaria
  • Attestato numero partita iva, rilasciato dalla Agenzia delle Entrate (solo per Persone Fisiche)
  • Certificato di iscrizione al registro delle imprese non antecedente a 90 giorni dalla richiesta (solo per Ditte Individuali)
  • Ultima dichiarazione dei redditi (Mod Unico) con annessa stampa di trasmissione all'Agenzia delle Entrate
I cittadini di paesi Extra-UE oltre al documento d'identità devono presentare il passaporto ed il permesso di soggiorno o se scaduto, copia della richiesta di rinnovo.
Ti verrà fatto un preventivo e, in caso di accettazione, si procederà con la raccolta della richiesta di finanziamento.
Il finanziamento può essere utilizzato in più soluzioni, con un importo minimo di 500euro per singolo utilizzo e nei limiti della disponibilità residua. La richiesta di utilizzo può essere effettuata registrandosi all'Area Clienti fidoaffaribancoposta.compass.it, in uno dei circa 4.000 uffici postali abilitati al prodotto oppure tramite il numero verde 800.00.33.22 del servizio clienti Bancoposta.

Gli importi relativi agli utilizzi richiesti su fido con disponibilità ed in regolare utilizzo vengono di norma accreditati entro due giorni lavorativi sul conto BancoPosta In Proprio o Impresa intestato al richiedente.
Il rimborso relativo alle richieste di utilizzo effettuate in ogni mese solare genera un piano di rimborso che prevede il pagamento di rate fisse mensili addebitate automaticamente sul Conto BancoPosta a partire dal giorno 15 del mese successivo all'utilizzo.

Gli utilizzi effettuati in ogni mese successivo generano un nuovo piano di rimborso, indipendente dagli altri eventualmente presenti e pertanto, in caso di più utilizzi effettuati, ogni 15 del mese sarà addebitata una rata complessiva come somma delle rate dei singoli piani di rimborso. Nel primo mese successivo alla sottoscrizione dei contratto, per le sole richieste approvate da Compass, verrà addebitata l'imposta di bollo pari a euro 16,00 e la prima annualità della quota annua di messa a disposizione del fido.
Per i Fidi attivi dal 24 luglio 2015, sono disponibili piani di rimborso a 24, 30 o 36 mesi. Per tutti i fidi precedentemente attivati, le opzioni a 30 e 36 mesi saranno disponibile entro il 2015 e precedute da comunicazione al cliente.
Sì, è previsto il diritto di recesso da parte del Cliente, che può essere esercitato in qualsiasi momento rivolgendosi presso l'ufficio postale che ha originato la pratica o con una comunicazione effettuata con le modalità indicate in contratto all'articolo "diritto di recesso". Qualora siano stati effettuati utilizzi, effettuando il recesso va effettuato il saldo delle somme ancora dovute.
Sì, oltre alla possibilità del recesso che estinguerebbe il contratto e farebbe venir meno la possibilità di riutilizzi futuri, è possibile chiudere e senza spese ogni singolo piano di rimborso relativo agli utilizzi effettuati in un determinato mese solare, lasciando inalterati gli altri piani di rimborso eventualmente presenti.

È possibile anche chiudere anticipatamente tutti i piani di rimborso, senza spese e mantenendo il fido attivo. Tali operazioni di chiusura anticipata degli utilizzi possono essere effettuate contattando il numero verde 800.00.33.22 del servizio clienti Bancoposta.

Fido Pos BancoPosta

FIDO POS è un affidamento a breve termine di carattere rotativo per anticipare al cliente gli incassi derivanti da future transazioni Pos ed avere sempre a disposizione una liquidità aggiuntiva.
Fido Pos è dedicato alle ditte individuali, ai liberi professionisti e alle persone fisiche titolari di partita iva. Può essere richiesto per investimenti, per liquidità o per altre generiche esigenze, purché finalizzate all'attività economica.
Il finanziamento è riservato ai titolari di Conto BancoPosta per attività professionale o imprenditoriale. Per conoscere nel dettaglio i requisiti di accesso per accedere al fido e la documentazione da presentare rivolgiti presso un ufficio postale abilitato.
Il finanziamento è riservato ai clienti con conto BancoPosta per attività professionale o imprenditoriale.
Richiedere Fido Pos BancoPosta è facilissimo, basta recarsi in un ufficio postale abilitato (l'elenco degli uffici postali abilitati è disponibile presso tutti gli uffici postali, al numero verde 800.00.33.22 o direttamente sul sito internet di Poste.it) con la seguente documentazione:
  • Documento di riconoscimento (Carta d'identità/ Passaporto)
  • Tessera sanitaria
  • Attestato numero partita iva, rilasciato dalla Agenzia delle Entrate (solo per Persone Fisiche)
  • Certificato di iscrizione al registro delle imprese non antecedente a 90 giorni dalla richiesta (solo per Ditte Individuali)
  • Ultima dichiarazione dei redditi (Mod Unico) con annessa stampa di trasmissione all'Agenzia delle Entrate
I cittadini di paesi Extra-UE oltre al documento d'identità devono presentare il passaporto ed il permesso di soggiorno o se scaduto, copia della richiesta di rinnovo.
Ti verrà fatto un preventivo e, in caso di accettazione, si procederà con la raccolta della richiesta di finanziamento.
 
Il rimborso relativo alle richieste di utilizzo effettuate in ogni mese solare genera un piano di rimborso che prevede il pagamento di rate fisse mensili addebitate automaticamente sul Conto BancoPosta a partire dal giorno 15 del mese successivo all'utilizzo.

Gli utilizzi effettuati in ogni mese successivo generano un nuovo piano di rimborso, indipendente dagli altri eventualmente presenti e pertanto, in caso di più utilizzi effettuati, ogni 15 del mese sarà addebitata una rata complessiva come somma delle rate dei singoli piani di rimborso. Nel primo mese successivo alla sottoscrizione dei contratto, per le sole richieste approvate da Compass, verrà addebitata l'imposta di bollo pari a euro 16,00 e la prima annualità della quota annua di messa a disposizione del fido.
Fido Pos prevede un unico piano rateale di rimborso di 6 mesi.
Sì, è previsto il diritto di recesso da parte del Cliente, che può essere esercitato in qualsiasi momento rivolgendosi presso un ufficio postale abilitato al servizio, o con una comunicazione effettuata con le modalità indicate in contratto all'articolo "diritto di recesso".
Il finanziamento può essere utilizzato in più soluzioni, con un importo minimo di 500euro per singolo utilizzo e nei limiti della disponibilità residua. La richiesta di utilizzo può essere effettuata registrandosi all'Area Clienti fidoposbancoposta.compass.it, in uno dei circa 4.000 uffici postali abilitati al prodotto oppure tramite il numero verde 800.00.33.22 del servizio clienti Bancoposta.
Gli importi di fido richiesti vengono di norma accreditati entro due giorni lavorativi sul conto BancoPosta intestato al richiedente.
Sì, è possibile chiudere senza spese ogni singolo piano di rimborso relativo agli utilizzi effettuati in un determinato mese solare, lasciando inalterati gli altri piani di rimborso eventualmente presenti.
La richiesta di chiusura anticipata degli utilizzi può essere effettuata contattando il numero verde 800.00.33.22 del servizio clienti Bancoposta o in ufficio postale.

Prestito BancoPosta Professionisti

Prestito BancoPosta Professionisti è dedicato ai liberi professionisti ed ai lavoratori autonomi con partita iva, che siano correntisti BancoPosta da almeno 6 mesi. Può essere richiesto per investimenti, per liquidità o per altre generiche esigenze, purchè finalizzate all'attività economica.
Prestito BancoPosta Professionisti è riservato solo a clienti correntisti BancoPosta, che abbiano il conto aperto da almeno 6 mesi.
Richiedere Prestito BancoPosta Professionisti è facilissimo, basta recarsi in un ufficio postale abilitato (l'elenco degli uffici postali abilitati è disponibile presso tutti gli uffici postali, al numero verde 800.00.33.22 o direttamente sul sito internet di Poste.it) con la seguente documentazione:
  • Documento di riconoscimento (Carta d'identità/Passaporto)
  • Tessera sanitaria/Codice Fiscale/Nuova Carta d'identità con Codice Fiscale
  • Attestato numero partita iva, rilasciato dalla Agenzia delle Entrate
  • Ultima dichiarazione dei redditi(Mod Unico) con annessa stampa di trasmissione all'Agenzia delle Entrate
  • Solo per Liberi Professionisti: Tesserino Iscrizione all'Albo o Ordine Professionale
I cittadini di paesi Extra-UE oltre al documento d'identità devono presentare il passaporto ed il permesso di soggiorno o se scaduto, copia della richiesta di rinnovo.
Per conoscere nel dettaglio i requisiti richiesti per accedere al prestito e per conoscere la documentazione da presentare rivolgiti ad un ufficio postale abilitato.
 
Al momento non è prevista alcuna copertura assicurativa, nè obbligatoria, nè facoltativa.
Il finanziamento viene erogato in un'unica soluzione con accredito diretto sul conto BancoPosta intestato al richiedente.
Il rimborso avviene tramite il pagamento di rate fisse mensili addebitate automaticamente sul conto corrente il giorno 15 o il giorno 30 di ogni mese, a partire dal mese successivo all'erogazione.
Sì, è previsto un diritto di ripensamento da parte del Cliente, che può essere esercitato entro il 14° giorno successivo a quello di erogazione del prestito solo ed esclusivamente rivolgendosi presso l'Ufficio Postale che ha originato la pratica.
No, non sono previsti oneri per estinzione anticipata.

Prestito BancoPosta Affari

Prestito BancoPosta Affari è dedicato a ditte individuali e società di persone, che siano correntisti BancoPosta da almeno 6 mesi. Può essere richiesto per investimenti, per liquidità o per altre generiche esigenze, purchè finalizzate all'attività imprenditoriale.
Prestito BancoPosta Affari è riservato solo a clienti correntisti BancoPosta, che abbiano il conto aperto da almeno 6 mesi.
Richiedere Prestito BancoPosta Affari è facile, basta recarsi in un ufficio postale abilitato (l'elenco degli uffici postali abilitati è disponibile presso tutti gli uffici postali, al numero verde 800.00.33.22 o direttamente sul sito internet di Poste.it) con la seguente documentazione:

Per la ditta individuale

  • certificato di iscrizione al Registro delle Imprese oppure visura C.C.I.A.A. (non più vecchia di 90 giorni)
  • ultima dichiarazione dei redditi (Mod Unico) con annessa stampa di trasmissione all'Agenzia delle Entrate
  • Titolare della Ditta/eventuale Coobbligato: Documento di riconoscimento (Carta d'identità Passaporto/Patente)
  • Titolare della Ditta/eventuale Coobbligato: Tessera sanitaria/Codice Fiscale/ Nuova Carta d'identità con Codice Fiscale
  • Titolare della Ditta/eventuale Coobbligato: I cittadini di paesi Extra-UE oltre al documento d'identità (sempre Passaporto) devono presentare copia del permesso di soggiorno o se scaduto, copia della richiesta di rinnovo
  • Titolare della Ditta/eventuale Coobbligato: Se nei documenti presentati non è desumibile l'indirizzo di residenza indicato nel contratto, occorre fornire copia di una bolletta di utenza domestica e/o copia del certificato di residenza.

Per la società di persone

  • visura C.C.I.A.A. (non più vecchia di 90 giorni)
  • elenco soci (se non desumibile dalla visura)
  • ultima dichiarazione dei redditi (Mod Unico) con annessa stampa di trasmissione all'Agenzia delle Entrate
  • Legale rappresentante/Coobbligato: Documento di riconoscimento (Carta d'identità/ Passaporto/Patente)
  • Legale rappresentante/eventuale Coobbligato: Tessera sanitaria/Codice Fiscale/ Nuova Carta d'identità con Codice Fiscale
  • Legale rappresentante/eventuale Coobbligato: I cittadini di paesi Extra-UE oltre al documento d'identità (sempre Passaporto) devono presentare copia del permesso di soggiorno o se scaduto, copia della richiesta di rinnovo
  • Legale rappresentante/eventuale Coobbligato: Se nei documenti presentati non è desumibile l'indirizzo di residenza indicato nel contratto, occorre fornire copia di una bolletta di utenza domestica e/o copia del certificato di residenza.
  • Titolare effettivo: Documento di riconoscimento (Carta d'identità/ Passaporto/Patente)
  • Per conoscere nel dettaglio i requisiti richiesti per accedere al prestito e per conoscere la documentazione da presentare rivolgiti ad un ufficio postale abilitato.
Al momento non è prevista alcuna copertura assicurativa, nè obbligatoria, nè facoltativa.
Il finanziamento viene erogato in un'unica soluzione con accredito diretto sul conto BancoPosta intestato al richiedente.
Il rimborso avviene tramite il pagamento di rate fisse mensili addebitate automaticamente sul conto corrente il giorno 15 o il giorno 30 di ogni mese, a partire dal mese successivo all'erogazione.

La prima rata è maggiorata dell'imposta di bollo.
Sì, è previsto un diritto di ripensamento da parte del Cliente, che può essere esercitato entro il 14° giorno successivo a quello di erogazione del prestito solo ed esclusivamente rivolgendosi presso l'Ufficio Postale che ha originato la pratica.
No, non sono previsti oneri per estinzione.

© Poste Italiane 2018 - Partita iva : 01114601006

vai a inizio pagina