dcsimg

FAQ Servizi postali e Direct Marketing Inviare lettere, documenti e campagne promozionali.
Tutti i dettagli sulle soluzioni commerciali per i servizi postali, documentali e di Direct Marketing.

Posta Massiva

Per pagare gli invii con Posta Massiva puoi utilizzare macchine affrancatrici, conti di credito o SMA (senza materiale affrancatura).
Posta Massiva ti consente di spedire solo invii con  qualsisi contenuto ad esclusione del contenuto pubblicitario purchè non siano raccomandati. Tipicamente si usa per spedire estratti conto, bollette di utenze quali Luce, Gas, Telefono, etc.o fatture.
Per omologazione si intende la certificazione dell’adesione da parte del cliente a determinati standard di prodotto che assicurano la qualità del servizio.
Poste Italiane provvede in via preventiva a verificare e certificare il rispetto degli standard di prodotto. Il processo di omologazione permette di accedere a condizioni tariffarie più favorevoli.
Esistono due modalità di omologazione in funzione del quantitativo di invii:
  •     tipo A, procedura semplificata per quantitativi inferiori ai 50.000 pezzi annui (non prevede il test macchina)
  •     tipo B, procedura ordinaria per quantitativi superiori ai 50.000 pezzi annui (prevede il test macchina)

Per maggiori informazioni contatta:

Centro Omologazione Prodotto Poste Italiane
v.le Europa 175
00144 Roma RM
email: infocat@posteitaliane.it
L'impostazione della Posta Massiva varia in funzione dei quantitativi spediti e può essere effettuata: 
  • presso i Centri Postali (CP) fino a un massimo di 500 Kg per singola spedizione giornaliera
  • presso i Centri di Meccanizzazione Postale (CMP) per quantitativi fino a 2.000 Kg.
Posta Massiva impone delle modalità predefinite per l'impostazione, il confezionamento e la prelavorazione degli invii contenuti nelle scatole. Gli invii devono essere solo di formato P (piccolo) e M (medio).
Altezza: minimo 90 mm; Massimo 120 mm (piccolo), 250 mm (medio);
Lunghezza: minimo 140 mm, Massimo 235 mm (piccolo), 353 mm (medio);
Spessore:  minimo 0,15 mm, Massimo 5 mm (piccolo), 25 mm (medio);
Peso: minimo 3 g, Massimo 50 g (piccolo), 2000 g (medio).
Gli invii che superano anche una sola delle dimensioni massime del formato medio e quelli di forma non rettangolare non sono ammessi come Posta Massiva. Inoltre devono rispettare gli standard in relazione al materiale, ai requisiti degli indirizzi e alle specifiche di stampa.
Posta Massiva ti consente di spedire solo invii con caratteristiche di meccanizzabilità e in quantitativi tali da consentire di formare almeno quattro scatole, di peso minimo di 4 kg per il formato Piccolo e 6 kg per il formato Medio, contenenti invii omogeneamente diretti a una destinazione tariffaria di uno o più dei 20 bacini in cui è suddiviso il territorio italiano.
Per Posta Massiva viene assicurato il recapito con consegna nei quattro giorni lavorativi successivi a quello di accettazione nel 90% dei casi e comunque con consegna in sei giorni lavorativi successivi a quello di accettazione nel 98% dei casi. Le spedizioni consegnate dopo lo scadere dell'orario, ai soli fini della prestazione di recapito, si intendono come consegnate il giorno lavorativo successivo a quello di accettazione. Il sabato non concorre in alcun caso ai fini del calcolo della prestazione di recapito.
In Posta Massiva le destinazioni tariffarie sono tre e prevedono una differenziazione di prezzo: Area metropolitana (AM): area di destinazione della corrispondenza individuata dall'insieme dei Codici di Avviamento Postale con terza cifra 1 o 9, appartenenti ai Comuni di Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Roma, Bari e Napoli.
Capoluogo di provincia (CP): area di destinazione della corrispondenza individuata dall'insieme dei CAP con terza cifra 1 o 9, diversi da quelli ricadenti nelle Aree metropolitane come da elenco allegato alle condizioni tecniche.
Area extraurbana (EU): area di destinazione della corrispondenza individuata dall'insieme dei CAP con terza cifra 0, 5 o 8.

Corrispondenza Nazionale

Per la “garanzia dell’accettazione” si intende che Poste Italiane garantisce la data di postalizzazione, senza possibilità di annullarla e/o ripianificarla, a condizione che
la prenotazione sia stata effettua secondo le tempistiche indicate all’interno della Scheda Tecnica.
Per “preavviso minimo di prenotazione” si intende che la prenotazione della spedizioni su PS On line deve essere effettuata almeno 5 giorni lavorativi antecedenti la data prevista per la distribuzione degli invii. Ad esempio se una campagna promozionale deve essere spedita nella città di Milano entro il 23 Luglio (venerdì), la prenotazione delle spedizioni su PS Online dovrà essere inserita entro e non oltre il 19 Luglio (lunedì).
Si tratta di una funzionalità che consente al Cliente l’accettazione contemporanea di più spedizioni senza la necessità di effettuare singoli inserimenti.
E’ necessario scaricare il “template” nazionale o quello internazionale, compilarlo seguendo i suggerimenti contenuti al suo interno e salvarlo per la successiva acquisizione. Successivamente, in fase di inserimento ordini, il file potrà essere acquisito attraverso l’apposita funzione di caricamento.
Tutte le spedizioni correttamente inserite in modalità “massiva” verranno acquisite dal sistema. Eventuali errori saranno immediatamente segnalati al Cliente con messaggio di sistema. Limite massimo 30 righe.
Per corrispondenza diretta a casella postale, indicare nella riga Indirizzo la dizione "Casella Postale" seguita dal numero della casella postale (massimo 5 cifre). E' necessario inoltre indicare, in una delle due righe facoltative, la denominazione dell’Ufficio Postale in cui è ubicata la casella, preceduta dalla dizione "Ufficio". Tale informazione deve essere riportata nella riga immediatamente superiore alla riga Indirizzo. Infine, nella riga Località deve essere indicato il CAP specifico associato all'Ufficio Postale in cui è ubicata la casella e non il CAP generico.
Puoi utilizzare il servizio Cerca Spedizioni oppure puoi avere assistenza e chiedere lo status attraverso il nostro servizio Twitter @PosteSpedizioni a questo indirizzo:  PosteSpedizioni
Per ricevere informazioni o assistenza sugli invii tracciati è necessario contattare il numero verde 803.160 (gratuito da rete fissa) o il nostro canale Twitter @PosteSpedizioni, raggiungibile da questa pagina:  PosteSpedizioni
I servizi sono attivi dal lunedì al sabato - nei giorni feriali - dalle ore 8:00 alle ore 20:00.
Se desideri l'avviso di ricevimento, devi barrare l'apposita casella sulla lettera di vettura e compilare la cartolina disponibile allo sportello.
Per sapere dove si trova la tua spedizione puoi usare il servizio di tracking Cerca Spedizioni
Il pagamento posticipato è previsto solo per i clienti Business (codice fiscale numerico o Partita IVA), che hanno il conto in Proprio/Impresa (previa autorizzazione Policy per DPP).
Si. Il tempo di consegna è dato dalla somma dei tempi di recapito e i tempi di trasporto. Questi ultimi variano in funzione delle aree di distribuzione (bacino, extra macro bacino,  bacino delle isole).
I tempi di consegna dei servizi sono dettagliatamente descritti nelle rispettive schede tecniche disponibili nell’area download del sito internet.
Si. E’ opportuno comunicare l’annullamento dell’ordine anche per le spedizioni con modalità di pagamento posticipato.
Nel caso di pagamento contestuale on line o a sportello, la lavorazione da parte dei CCA è effettuata in tempo reale e comunque entro 2 giorni lavorativi. Requisito essenziale per il rispetto della suddetta tempistica è la regolarità del contratto che deve essere correttamente compilato e completo di tutta la documentazione.
Nel caso di pagamento posticipato, è necessario considerare anche i tempi di lavorazione della Divisione Bancoposta (mediamente circa 10 giorni).
Il minore che abbia compiuto i 14 anni, può ritirare una raccomandata in Ufficio Postale presentando l’avviso di giacenza (mod. 26) e un proprio documento di riconoscimento. La consegna non è invece possibile se il minore ha meno di 14 anni. In questo caso l’invio deve essere ritirato dal genitore.
Gli invii effettuati con Posta Prioritaria vengono consegnati nel territorio nazionale mediamente in un giorno, oltre quello di spedizione. Considera tuttavia che trattandosi di un prodotto non tracciato non è possibile controllarne lo stato di avanzamento in caso di eventuali ritardi.
No, dopo il numero civico del destinatario è necessario evitare di apporre altri elementi. Le informazioni relative a scala, interno, piano, stabile, isolato, palazzina, etc., possono essere inserite nella riga "edificio" (tra il destinatario e l'indirizzo).
Ad esempio:
Mario Rossi Scala A Interno 4
Via Francesco Cilea 12
20151 Milano Mi 

Sin Territoriale

È il servizio per notificare tramite Atto Giudiziario documenti stampati in proprio dal Cliente o firmati in calce dal responsabile del procedimento (con eventuale vidimazione tramite timbro Guller postale).
Viene effettuato il conguaglio in addebito al cliente, per la differenza tra quanto fatturato durante l’anno e quanto effettivamente dovuto.
L'accesso al servizio è via web con login personalizzato per la gestione in sicurezza dei servizi.
Non è possibile in quanto comunque per erogare il servizio, anche se solo  per tre mesi significa aver fatto una serie di attività (che costano) tra cui la configurazione del cliente sulla piattaforma Sin.
Le dimensioni dei loghi/firme deve comunicarle il cliente, e sono da concordare con PCL/Ingegneria.
I flussi vengono scambiati attraverso un protocollo sicuro (https).
Si, fa parte del kit che viene consegnato presso lo studio del cliente.
Che l’emissione di eventuale CAD e CAN è già compresa nel prezzo del servizio e il cliente evita di pagare di volta in volta al momento in cui viene restituita ogni singola AR.
Si, inoltre vi è la possibilità per avvocati di notificare in proprio rispettando la Legge 53/94.
Mediante l’utilizzo di un sistema brevettato di 4 codici a barre tutti gli oggetti postali collegati  (AG, AR, CAD/CAN, AR CAD) vengono ricondotti  all’atto originale.
L’uso di altri canali è possibile e  rientra nei servizi non standard; comunque è da sconsigliare ai clienti in quanto i costi di implementazione sono altissimi e sono ribaltati completamente sul cliente.
Di solito al cliente vengono fornite due utenze, ma comunque è da valutare caso per caso.
No. Sono gli atti non recapitati per destinatario sconosciuto, trasferito ecc... Nel caso di assenza del destinatario/persone abilitate al ritiro, in realtà non si tratta di mancato recapito, ma di mancata notifica, in quanto l’atto viene depositato presso l’ufficio postale per i successivi adempimenti di perfezionamento della notifica.
L'IVA si applica come è descritto nei contratti: viene applicata sui servizi a valore aggiunto - servizi accessori ovvero non strettamente connessi all’atto giudiziario.

Direct Marketing

Sì, puoi allegare oggetti promozionali il cui peso e dimensione concorrono alla determinazione del prezzo finale del servizio.
Devi richiedere espressamente la restituzione al mittente e apporre su ogni invio la dicitura internazionale “If undelivered, please return to” aggiungendo il recapito del mittente.
Oltre a quello che è vietato spedire in base alla legge italiana e a quella dei Paesi di destinazione, non è consentito inviare merci destinate alla vendita, fatture, bollette utenze e altre comunicazioni personali.
Puoi spedire giornali, riviste, direct mail indirizzato e non, lettere, estratti conto, cataloghi, libri, fatture commerciali e avvisi di pagamento.
Il Codice di Avviamento Postale rconsente di individuare tutti i comuni e le frazioni italiane di maggiore interesse postale. Se la corrispondenza è diretta a una frazione pubblicata da Poste Italiane, è necessario indicare, nella riga Località: CAP nome della frazione sigla Provincia.

Per esempio:
ABC Srl 
VIA DEL PALAZZINO 19
40051 ALTEDO BO

Se la frazione ha lo stesso CAP del Comune di appartenenza è possibile indicare indifferentemente anche il nome del Comune, nel caso inverso è necessario invece indicare il nome della Frazione.

Per esempio:
ABC Srl
VIA DEL PALAZZINO 19
40051 MALALBERGO BO

Se la corrispondenza è diretta ad una Frazione non pubblicata da Poste Italiane, è necessario indicare, nella riga Località:  CAP nome del Comune di appartenenza della frazione sigla Provincia
Qualora si desideri mantenere comunque l'informazione della Frazione questa può essere inserita nella riga tra il Destinatario e l'Indirizzo senza indicare alcun tipo di qualificatore.
Si utilizza la modalità SMA (Senza Materiale Affrancatura) che può essere italiana, e in questo caso gli invii hanno logo e codice autorizzativo rilasciato da Poste Italiane, oppure estera, e in quest’altro caso sugli invii è presente l’impronta affrancatura del Paese di destinazione.
Puoi inviare le tue comunicazioni nei principali Paesi europei e negli USA. Per conoscere la lista completa, visita il sito www.poste.it.
Il codice di avviamento postale si aggiorna di continuo per rimanere al passo con tutte le variaizoni territoriali che si verificano annualmente con l'istituzione di nuovi Comuni,  la creazione di nuove strade o la ridenominazione di vecchie vie, piazze, frazioni. Poste Italiane pubblica glia ggiornamenti dei CAP ogni 6 mesi circa . 
Se l’impronta di affrancatura è italiana, il reso viene spedito in Italia presso la casella postale del mittente o presso l’indirizzo che il mittente ha indicato sull’invio. Se l’impronta affrancatura è di un Paese estero, è proprio nel Paese di destinazione che il reso viene inviato e, più precisamente, presso la casella postale dedicata a Poste Italiane all’estero o presso la casella postale del mittente.
È richiesto di non utilizzare né segni di punteggiatura né caratteri speciali, in particolare nelle righe Indirizzo, Località ed Estero. Nel nome della Strada, in quello della Località e dello Stato estero è comunque ammesso l'uso del punto e dell'apice.
Nel numero civico è previsto l'uso della barra / come separatore tra il civico principale e l'esponente; così come per i civici chilometrici è previsto l'uso della virgola come separatore della frazione in metri. Sono quindi validi i seguenti indirizzi:
Postatarget Basic ti garantisce tariffe vantaggiose e un’elevata affidabilità grazie alla meccanizzazione degli invii e allo smistamento automatico della posta, che rende più efficiente l'iter logistico ed elimina gli errori manuali. Questo consente una notevole riduzione del costo contatto, soprattutto per campagne di grandi dimensioni. Inoltre, puoi inserire tessere o supporti multimediali (CD/DVD) e quindi integrare la comunicazione cartacea con quella online, aumentandone l'efficacia.
Postatarget Card ti garantisce un mailing di forte impatto creativo, ma a basso costo grazie alla meccanizzazione degli invii e al formato cartolina.
No, Poste Italiane mette a disposizione  dei propri clienti gli strumenti idonei a trovare il CAP esatto per tutti gli indirizzi italiani, gratuitamente, sia sul proprio sito Internet, sia attraverso il proprio Servizio Clienti (al numero verde 803.160*) oppure su tablet e smartphone con l'ausilio delle APP di Posteitaliane. Ciò garantisce in maniera assoluta la pubblicità dei dati. Tuttavia non è possibile scaricare dal sito internet i file completi, in quanto la banca dati del CAP è di proprietà di Poste Italiane.
*chiamata gratuita per chi chiama da rete fissa; chi accede da rete mobile al servizio clienti di Poste Italiane dovrà comporre il n. 199.100.160. Il costo della chiamata è legato all'operatore utilizzato ed è pari al massimo a euro 0,60 al minuto più euro 0,15 alla risposta.
Il numero minimo è di 100 invii ognuno con stesso peso, formato e contenuto.
Postatarget Basic è disponibile in due formati: Piccolo e Medio per un peso massimo 2 Kg e spessore massimo 25 mm.
Postatarget Basic è disponibile in due formati: Piccolo e Medio per un peso massimo 2 Kg e spessore massimo 25 mm.
Postatarget Card prevede il formato cartolina o pieghevole a due ante (piccolo), non imbustato, privo di cellophanatura e rilegatura.
L’invio del report relativo all’effettiva distribuzione della campagna non è previsto nei seguenti casi:
nel caso in cui sia consentita la spedizione di un quantitativo inferiore al minimo previsto di 5.000 invii;
nel caso in cui il Cliente non presenti le spedizioni in uno dei Centri LES indicati sul sito poste.it;
nel caso di discordanze tra quanto pianificato al momento della prenotazione on line e quanto effettivamente riscontrato in fase di accettazione da parte di Poste.
Le tempistiche variano in base al Paese di destinazione e alla tipologia di servizio scelto dal mittente.
Postatarget Basic viene consegnata in 5 giorni lavorativi successivi all’invio, entro gli orari limite dei Centri di Impostazione Territoriali e Provinciali (85% degli invii in media; il 99% degli invii entro 7 giorni).
Postatarget Card viene consegnata in 5 giorni lavorativi successivi all’invio, entro gli orari limite dei Centri di Impostazione Territoriali e Provinciali (85% degli invii in media; il 99% degli invii entro 7 giorni).
La struttura non è cambiata, il Codice di Avviamento Postale continua ad essere strutturato a 5 cifre, ognuna delle quali assume un significato ben preciso a seconda della posizione occupata:
  • 1^ cifra: individua la Regione Postale;
  • 2^ e 3^ cifra: individuano la Provincia;
  • 3^ cifra: può assumere i valori 0, 1, 5, 8, 9. Con le cifre 1 e 9 si individua la città sede del Capoluogo. Con le cifre 0, 5 e 8 si individuano le località provinciali della provincia identificata dalle prime due cifre.Se la 3^ cifra assume i valori 0 o 8
  • 4^ cifra: individua lo "stradale provinciale", cioè un raggruppamento di località su una stessa linea di comunicazione.
  • 5^ cifra: da 1 a 9 si identificano le località dello "stradale" per le quali è possibile individuare l'Ufficio di Recapito in modo diretto tramite il CAP. Con lo 0 si individuano un insieme di località dello "stradale". 
Se la 3^ cifra assume i valori dispari 1 o 9:
  • 4^ e 5^ cifra: individuano la Zona CAP cittadina. 
I capoluoghi di provincia minori (per esempio Latina), non sono suddivisi per zona CAP cittadine, in questo caso la 4a e 5a cifra sono pari a "00". 
Fa eccezione la città di Cesena che non è sede del Capoluogo ma è suddivisa in zone CAP.
Il CAP Professional è un database  in formato MS Access che contiene i CAP di  tutte le località italiane ed i dati toponomastici delle 41 città multiCAP. Nel CAP Professional non sono inclusi software per la consultazione dei dati o per la normalizzazione degli indirizzi. Le elaborazioni per aggiornare o normalizzare i propri indirizzi, sulla base dei dati presenti nel CAP Professional, sono a carico del cliente. Insieme alla banca dati vengono fornite le specifiche tecniche che descrivono nel dettaglio la struttura del database e le modalità per l'utilizzo. Per informazioni più dettagliate è possibile rivolgersi alla casella di posta elettronica dataservices@posteitaliane.it
Il CAP Street File è la banca dati alfanumerica, disponibile in formato MS Access 2000, che  oltre alle informazioni contenute nel  CAP Professional, fornisce lo stradario delle 700 principali città italiane. 
Il CAP Zone è la banca dati geografica dei "poligoni territoriali" corrispondenti ai confini delle aree CAP per l'intero territorio nazionale.  Un "poligono territoriale" è un formato vettoriale spaziale che può essere utilizzato nei sistemi informativi geografici (GIS). Questa banca dati viene fornita nel formato "shapefile". 
No, non è necessario. L'utilizzo delle Banche Dati Territoriali CAP può essere effettuato su diverse piattaforme e non presuppone la disponibilità di sistemi Microsoft. Le Banche Dati Territoriali CAP sono commercializzate in formato MS Access 2000, ma non è necessario acquistare né MS Windows né MS Access per utilizzarle: è possibile acquistare prodotti di altri fornitori oppure utilizzare diversi prodotti disponibili gratuitamente.E’ possibile accedere ai database dei CAP disponendo di uno qualunque dei sistemi operativi di mercato (MS Windows, Linux, Sun Solaris, Mac OS X etc) sia mediante diversi prodotti software (tra cui ad esempio OpenOffice che può essere scaricato gratis da Internet) sia attraverso diversi driver (quali ad esempio MySQL che può essere scaricato gratis da Internet). Per informazioni più dettagliate è possibile rivolgersi alla casella di posta elettronica dataservices@posteitaliane.it.
No, non è necessario. La banca dati geografica dei "poligoni territoriali" fornita nel formato standard "ESRI shapefile", è utilizzabile direttamente su tutte le più comuni piattaforme GIS. Può facilmente essere convertita in altri formati utilizzando dei tool di conversione reperibili gratuitamente (quali ad esempio AutoCAD, QGIS, GRASS, OziExplorer, etc.). Per informazioni più dettagliate è possibile rivolgersi alla casella di posta elettronica dataservices@posteitaliane.it
No, sulle due banche dati sono presenti esclusivamente le abbreviazioni, secondo lo standard di Poste Italiane, delle sole DUG (Denominazione Urbanistica Generica) relative alle strade delle città rispettivamente contenute, pertanto nel CAP Professional sono presenti le DUG relative alle sole 41 città suddivise in zone postali, nel CAP Street File invece sono presenti le DUG abbreviate relative alle 700 città contenute. Le abbreviazioni standard di DUG sono lunghe al massimo 4 caratteri. Per informazioni più dettagliate è possibile rivolgersi alla casella di posta elettronica dataservices@posteitaliane.it
Si, nel CAP Professional sono presenti apposite tabelle "Variazione", in cui sono evidenziate tutte le variazioni intercorse tra la precedente edizione a quella corrente. Oltre alle eventuali modifiche di CAP sarà quindi possibile individuare variazioni nella denominazione di comuni, frazioni e strade. Per informazioni più dettagliate è possibile rivolgersi alla casella di posta elettronica dataservices@posteitaliane.it
Utilizzando le banche dati CAP Professional o CAP Street File è possibile aggiornare i database presenti su qualsiasi piattaforma. Precisiamo che non sono inclusi nelle Banche Dati Territoriali strumenti software per la normalizzazione degli indirizzi. Pertanto le elaborazioni necessarie per aggiornare o normalizzare i propri indirizzi, sulla base dei dati presenti sia nel CAP Professional che nel CAP Street File, sono a carico del cliente. Per informazioni più dettagliate è possibile rivolgersi alla casella di posta elettronica dataservices@posteitaliane.it
La licenza viene rilasciata per utilizzi esclusivamente interni all’azienda come il trattamento dei propri archivi di indirizzi. In nessun caso la banca dati può essere trasmessa o ceduta a terzi, inoltre non può essere esteso l’utilizzo delle Banche Dati ad eventuali società collegate, consociate, controllate o controllanti. L'acquirente può quindi utilizzare la banca dati acquistata per verificare lo stato delle proprie anagrafiche, aggiornandole con i cambiamenti della toponomastica del territorio nazionale e adeguando gli indirizzi alle dizioni standard di Poste Italiane. La licenza ad uso interno viene concessa con durata pari a 36 mesi. E possibile richiedere la fornitura della singola banca dati  in vigore, oppure si può optare per una fornitura continua degli aggiornamenti che periodicamente verranno pubblicati da Posteitaliane. Per informazioni più dettagliate è possibile rivolgersi alla casella di posta elettronica dataservices@posteitaliane.it
La licenza viene rilasciata per utilizzi esclusivamente interni all’azienda, come  il trattamento dei propri archivi di indirizzi. Ma diversamente dalla semplice licenza ad uso interno, consente di estendere  l’utilizzo delle Banche Dati ad eventuali società collegate, consociate, controllate o controllanti. La licenza ad uso interno viene concessa con durata pari a 36 mesi. E possibile richiedere la fornitura della singola banca dati al momento in vigore, oppure si può optare per una fornitura continua degli aggiornamenti che periodicamente verranno pubblicati da Posteitaliane. Per informazioni più dettagliate è possibile rivolgersi alla casella di posta elettronica dataservices@posteitaliane.it
La licenza d’ uso  Commerciale viene rilasciata alle società che :
  • erogano servizi di trattamento degli indirizzi (normalizzazione e deduplica) destinati a clienti terzi, tramite modalità batch (off line) o tramite web, o che effettuano analisi di mercato per clienti terzi sulla base di dati organizzativi del territorio.
  • Includono le Banche Dati Territoriali di Poste Italiane  all'interno di un applicativo (software desktop o modalità on line) in maniera protetta, in modo da non trasmettere o cedere la banca dati di Poste all'utente finale.
La licenza Commerciale è disponibile sia a tempo determinato ( 36 mesi) e sia a tempo indeterminato (perpetua). Per informazioni più dettagliate è possibile rivolgersi alla casella di posta elettronica dataservices@posteitaliane.it
Pur raccomandando di utilizzare la prima riga per inserire i dati del destinatario (Titolo, nome e cognome o Ragione sociale), è ammesso un indirizzo che riporti solo i titoli sulla prima riga a condizione che si rispetti il limite di massimo 5 righe (massimo 6 per indirizzi destinati all'estero) Può quindi essere accettato ad esempio il seguente indirizzo: 
Egr. Sig.
Mario  Rossi
VIALE EUROPA 300
00144 ROMA RM 
No, dopo il numero civico del destinatario è necessario evitare di apporre altri elementi. Le informazioni relative a scala, interno, piano, stabile, isolato, palazzina, etc., possono essere inserite nella riga "edificio" (tra il destinatario e l'indirizzo). Ad esempio:
Mario Rossi Scala A Interno 4 
VIA FRANCESCO CILEA 12
 20151 MILANO MI
Per corrispondenza diretta a casella postale, indicare nella riga Indirizzo la dizione "Casella Postale" seguita dal numero della casella postale (massimo 5 cifre). E' necessario inoltre indicare, in una delle due righe facoltative, la denominazione dell’Ufficio Postale in cui è ubicata la casella, preceduta dalla dizione "Ufficio". Tale informazione deve essere riportata nella riga immediatamente superiore alla riga Indirizzo. Infine, nella riga Località deve essere indicato il CAP specifico associato all'Ufficio Postale in cui è ubicata la casella e non il CAP generico.

© Poste Italiane 2018 - Partita iva : 01114601006

vai a inizio pagina