dcsimg

L’e-commerce del Fashion, un mercato in crescita Nel mondo il 60% degli e-shopper compra prodotti di Moda. Bene anche in Italia, dove il settore registra un aumento del 16% rispetto al 2019.

Secondo eMarketer, nel 2021 il mercato globale dell’e-commerce varrà ben 4500 miliardi di euro, mentre già oggi ne vale quasi 3200. Un giro d'affari di tutto rispetto che ha come protagonisti i mercati di Cina, Stati Uniti e Gran Bretagna rispettivamente al primo, secondo e terzo posto per fatturato e che - come rivela l'Osservatorio eCommerce B2c Netcomm del Polimi - per il 60% è caratterizzato da acquisti in ambito Fashion, ovvero di prodotti di abbigliamento, scarpe e accessori.
 

articolo di Alessio Jacona
In Italia, che pure registra un ritardo nello sviluppo dell'e-commerce se paragonata agli altri paesi europei, il commercio digitale registrerà nel 2019 un fatturato di 32 miliardi di euro, oltre 3 dei quali generati dalle vendite nel Fashion, che così registra una crescita pari al 16% rispetto al 2018.
 
Per capire la rilevanza che il mercato online di abbigliamento, scarpe e accessori ha in Italia, basta mettere a confronto i dati di vendita con altri importanti settori merceologici: la percentuale di e-shopper italiani che hanno acquistato negli ultimi 12 mesi almeno un prodotto Fashion è pari al 54%, contro ad esempio il 51% di coloro che hanno acquistato prodotti elettronici o servizi digitali, il 38% di coloro che hanno comprato giochi e videogiochi o, ancora, il 30% di quanti hanno comprato prodotti Food via internet.
 
Guardando invece al profilo degli e-shopper, emerge che a comprare prodotti di Moda in Italia sono soprattutto le donne, con il 66% degli acquisti. Se diversamente si suddivide gli acquirenti in base all'età, allora si scopre che la fascia dai 16 ai 24 anni è quella più propensa a comprare via internet, con il 30% degli acquisti. Segue la fascia 35-44 con il 18% e quella 25-34 anni con il 16% delle transazioni. Il record negativo spetta invece alla fascia d'età over 64, che registra appena il 6% degli acquisti fashion on-line evidenziando criticità derivanti tanto dalla scarsa conoscenza dei nuovi strumenti di comunicazione, quanto dalla minore disponibilità di budget.
 
Dall'analisi demografica degli e-shopper italiani emerge anche che a comprare di più on-line sono gli abitanti del Sud, con il 46% degli acquisti su scala nazionale contro il 22% del NordOvest, il 16% del NordEst e il 16% del Centro Italia. Ciò dipende forse anche dalla necessità oggettiva oltre che dall'interesse per i nuovi canali di vendita, in quanto nel Nord Italia si concentra una maggiore quantità di negozi che nel resto del Paese, resi ora più facilmente accessibili da tutti proprio grazie all’e-commerce.
 
Come già avviene per ogni altro settore merceologico, anche nel caso del Fashion la ricerca di informazioni online rappresenta un passaggio fondamentale nel percorso di acquisto dei consumatori italiani: sono infatti in media 2 su 3 quelli che prima di comprare scarpe, vestiti o accessori usano la rete per informarsi sui prodotti, per consultare le opinioni di altri acquirenti, comparare i prezzi oppure ottenere rassicurazioni sul supporto post-vendita.
 
Quando poi si va a vedere dove in rete gli shopper italiani preferiscono fare i loro acquisti, allora si scopre che più di ogni altra cosa essi amano affidarsi ai grandi marketplace, dove vengono effettuati il 59% di tutti gli acquisti fashion. Basti pensare che quelli effettuati nei siti ufficiali delle catene di negozi ammontano appena al 9%, mentre scende addirittura al 7% la percentuale di acquisti sui siti di brand e produttori. Le ragioni sono abbastanza prevedibili: gli utenti preferiscono i marketplace perché è lì che trovano i prezzi più bassi (secondo il 51% degli e-shopper) o le migliori promozioni (43%). Altre ragioni che spingono a comprare sui marketplace sono poi la disponibilità di una gamma più ampia (per il 29%), l'affidabilità e sicurezza del servizio (21%) e la facilità di navigazione (17%).
 
Fin qui lo stato dell’arte secondo i numeri dell'Osservatorio eCommerce B2c Netcomm. In conclusione, è bene ricordare anche che il settore è in costante evoluzione, con le nuove tecnologie che stanno già trasformando l’intera filiera dell’industria dell’abbigliamento. Per esempio, grazie all’avvento dell’intelligenza artificiale, con la quale sarà possibile prevedere la domanda sempre più efficacemente, disegnare prodotti che siano più richiesti e mantenere un rapporto più solido con il cliente. Tutti fattori che promettono di accelerare la crescita di un settore che è anche espressione dell’eccellenza italiana.
 

Alessio jacona

Giornalista

Alessio Jacona, giornalista, si occupa di tecnologia, innovazione e nuovi media. Collabora fra gli altri con Wired, La Stampa, Corriere della Sera, l’Espresso, Mediaset per raccontare sia la trasformazione digitale in atto in ogni settore dell’attività umana, sia il suo impatto sulle nostre vite. Tra novembre 2012 e febbraio 2013 è stato inviato per la trasmissione E Se Domani, in onda su RaiTre. Dal 2018 collabora Mediaset realizzando servizi per trasmissioni come X-Style (Canale 5).

Leggi anche

TUTTI   |   CONSIGLIATI

articolo di Alessio Jacona

L’e-commerce del Fashion, un mercato in crescita

Nel mondo il 60% degli e-shopper compra prodotti di Moda. Bene anche in Italia, dove il settore registra un aumento del 16% rispetto al 2019.

articolo di Alessio Jacona

Le PMI e l’e-commerce: marketplace o sito autonomo?

La risposta varia a seconda dell’azienda, dei mezzi a disposizione e degli obiettivi. L’importante è esserci.

articolo di Alessio Jacona

Abbandono del carrello: perché succede e come evitarlo.

Gli utenti ne lasciano vuoti ben tre su quattro. Le ragioni sono molte, così come le soluzioni per fare meglio.

articolo di Alessio Jacona

E-commerce e social media, binomio perfetto.

Da Instagram a Facebook passando per Pinterest, ecco perché questi siti fanno bene al commercio online e come trarne vantaggio.

articolo di Alessio Jacona

Logistica last mile, terreno fertile per l’innovazione.

Le sfide imposte dalla crescita dell’e-commerce accelerano la trasformazione digitale nell’ultima parte della filiera logistica.

articolo di Alessio Jacona

Reverse logistics, la chiave per fidelizzare l’eShopper

Uno dei fattori principali per avere successo nell’e-commerce.
 

articolo di Alessio Jacona

Logistica e sostenibilità, una sfida possibile

Investire sul piano etico aiuta anche quello economico.

articolo di Alessio Jacona

E-Commerce, la grande sfida dell’ultimo miglio

Perché la logistica è fondamentale nell’esperienza d’acquisto.
 

articolo di Alessio Jacona

E-commerce all’Italiana, tra crescita e ritardi

Cosa c’è dietro un mercato che ha superato i 31,5 miliardi di euro.

articolo di Alessio Jacona

Food&Grocery online, la rivoluzione è servita

Le tendenze che stanno influenzando la nostra cultura alimentare.

© Poste Italiane 2020 - Partita iva : 01114601006

vai a inizio pagina